CONDIVIDI
image_pdfimage_print

La vellutata di porri con crostini saporiti è l’antidoto ideale per questa ondata di freddo che sta invadendo l’intera penisola.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se pensiamo a metodi per riscaldarci non può mancare il cibo, specialmente se buono e gustoso. Il porro, nella medicina tradizionale cinese è addirittura considerato un alimento riscaldante. Non possiamo però non citare le numerose proprietà benefiche di questo ortaggio ricco di vitamine e minerali, che oltre ad essere estremente ipocalorico, combatte la ritenzione idrica e il colesterolo cattivo. La spolverata di paprika, che apporta vitamine ed è un antibatterico naturale, dá quel tocco speziato ed esotico alla nostra ricetta. Quindi riscaldiamoci e coccoliamoci con questa vellutata delicata e al contempo dal sapore deciso.

Difficoltà : Facile Tempo di preparazione : 20′ Tempo di cottura : 45′


Ingredienti per 4 persone

  • Porri 600 g
  • Patate a pasta gialla 300 g
  • Timo 3 rametti
  • Brodo vegetale ½ l
  • Olio extravergine di oliva q. b.
  • Sale q. b.
  • Pepe nero q. b.

Per i crostini:

  • Pane 100 g
  • Finocchietto selvatico q. b.
  • Origano q. b.
  • Timo q. b.
  • Paprika dolce q. b.
  • Rosmarino q. b.

Preparazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Preparare il brodo vegetale da lasciare a bollore durante tutto il procedimento. Lavare, pulire i porri, levando le foglie esterne e la parte verde e tagliarli a rondelle. Versarli in una pentola con olio extravergine appena riscaldato e rosolare a fuoco medio mescolando saltuariamente.  Pelare le patate a cubetti e aggiungerle in pentola una volta che i porri saranno appassiti. A questo punto aggiungere il brodo bollente e il timo e cuocere per 30’ circa mescolando ogni tanto perché non si attacchi. Verso la fine aggiungere il pepe e aggiustare di sale se necessario. Frullare con un frullatore a immersione fino ad ottenere una crema omogenea. Per i crostini: tagliare il pane a cubetti, poi tritare rosmarino, paprika, timo, origano e finocchietto. Mescolare il pane con il trito e un filo d’olio che faccia aderire gli ingredienti. Mettere il pane in forno sotto modalità grill per 10’, fino a doratura. Impiattare la vellutata ben calda con una manciata di cubetti di pane saporito e qualche aghetto di rosmarino.

 


Consigli

vellutata-porri-bigmountain-montagna-vino

Per questa delicata vellutata di porri, la soave Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli ci suggerisce un Venezia Giulia Bianco IGT “Braide Alte” delle Cantine Livon. Prodotto con uve chardonnay, sauvignon, picolit, moscato giallo, matura per otto mesi in barrique di rovere di Allier, per regalare un sorso estremamente raffinato.  Questo vino si presenta alla vista di un bel giallo paglierino, intenso e con riflessi dorati. Al naso  risulta ampio e ricco con sentori  fruttati di pera matura e susina gialla, per poi proseguire con richiami alla pietra focaia, alla mandorla e al burro. In bocca è  caldo e avvolgente, di gran corpo, elegante e complesso. Lunghissima la persistenza. Temperatura di servizio consigliata 10-12°C.

LASCIA UN COMMENTO