CONDIVIDI
image_pdfimage_print

I tortelli di patate sono un primo piatto molto goloso, seppure preparato con pochi ingredienti, considerati molto poveri come uova, farina e patate.

I tortelli di patate infatti si preparano con la pasta fresca all’uovo, che racchiude una farcia a base di patate lesse. Il tortello nasce come piatto povero realizzato con quello che si aveva a disposizione. Il ripieno diventa di patate con i primi raccolti risalenti all’incirca alla metà del 1800 e, da allora, questo ripieno diventa un’alternativa a quello di castagne, tipico ingrediente di tutte le zone appenniniche. Anche oggi si impiegano le patate locali, nello specifico quelle rosse di Cetica, ottime per la preparazione di gnocchi e tortelli perché reggono molto la cottura e grazie alla loro buccia sottilissima possono essere mangiate senza essere pelate. Queste caratteristiche conferiscono al ripieno una morbidezza ed un gusto molto apprezzati. I tortelli di patate tipici dell’appennino tosco emiliano, in particolare del casentino, sono tradizionalmente conditi con burro e salvia, ma sono ottimi anche accompagnati con ragù di anatra o salsiccia o con un trito di noci e del formaggio fuso. Non vi resta che provare la nostra versione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Difficoltà :Facile Tempo di preparazione :45′   Tempo di cottura :45′


Ingredienti per 4 persone

  •     Farina tipo 1 400 g
  •     Uova 4
  •     Acqua 2-3 cucchiai
  •     Patate rosse di Cetica 700 g
  •     Concentrato Di Pomodoro 1 cucchiaio
  •     Aglio 1 spicchio
  •     Sale grosso q. b.
  •     Pepe q. b.
  •     Pecorino toscano 50 g
  •     Burro 100 g
  •     Salvia foglie 6-8 foglie

Preparazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lavate le patate e mettetele in una pentola di acqua in modo che risultino tutte coperte. Portate ad ebollizione e lasciatele cuocere per circa 40 minuti. Appena cotte scolatele e passatele sotto l’acqua fredda. Sbucciatele e passatele allo schiacciapatate. Aggiungete il pomodoro, il pepe e il pecorino. Nel frattempo schiacciate l’aglio con uno schiaccia aglio.  Aggiungetelo al composto di patate, salate e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Tenete da parte e fate raffreddare. Formate una fontana con la farina, rompete le uova al centro e iniziate ad incorporarle con la forchetta. Se il composto risulta un po’ duro potete aggiungere uno o due cucchiai di acqua e continuate a lavorarlo con le mani sopra una spianatoia fino a che non risulta liscio e omogeneo. Copritelo con un canovaccio o con della pellicola e lasciatelo riposare per almeno 30 minuti. Tagliate in 4 parti il panetto di pasta e iniziate a stenderne uno per volta con il mattarello oppure con l’aiuto della macchina per la pasta. Formate delle palline di patate e distribuitele sopra la striscia di pasta. Copritela con la restante metà, cercate di far uscire l’aria e chiudete i tortelli. Tagliateli con una rotella tagliapasta e adagiateli sopra la spianatoia coperta con della farina. Immergeteli in acqua bollente salata solo per uno o due minuti, comunque fino a che non vengono a galla. Prelevateli con una schiumarola e versateli in una padella dove avrete scaldato il burro, le foglie di salvia ed il sale. Saltateli e serviteli con una grattata di pecorino fresco.


Consigli

tortelli-patate-bigmountain-montagna-vino

Per i tortelli di patate la funambolica Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli ci consiglia un Barco Reale di Carmignano DOC di Capezzana. Un vino prodotto con uve sangiovese 70%, cabernet sauvignon 20%, canaiolo 10%. Vinificato in acciaio, il Barco Reale di Carmignano DOC di Capezzana è rosso e la maturazione avviene in grandi botti di Allier per circa un anno. Dal colore rosso rubino tendente al violaceo, al naso esprime note ampie, intense, caratterizzate da bei ricordi fruttati e da lievi note di rovere. Al palato è morbido, voluminoso, ben definito da una trama tannica che ne bilancia la freschezza. Chiude con un finale fruttato, di buona persistenza. Temperatura di servizio consigliata 16/18°C.

LASCIA UN COMMENTO