CONDIVIDI
image_pdfimage_print

I Tacos rappresentano quel cibo particolare a cui è raro pensare per via della lunga cottura, ma la ricetta rivisitata di oggi, veloce e sfiziosa, vi invoglierà a provarla.

La nostra cultura culinaria è ben lontana da questo tipo di cucina, sebbene gli ingredienti siano alla nostra portata. Questa ricetta è in realtà fusion, poiché accosta una cottura rapida, che in genere non è tipica del piatto, e i sapori italiani, visto l’uso della salsiccia al posto del macinato, ad alimenti tradizionali del Messico. Il lime, immancabile ingrediente, dá quella nota acidula che ci permette di viaggiare fuori dal nostro paese in posti esotici. La salsa di yogurt dà infine quel tocco che rende il piatto fresco. Se volete stupire con qualcosa di diverso e gustoso ecco la ricetta perfetta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Difficoltà : Facile Tempo di preparazione : 20′  Tempo di cottura : 20′


Ingredienti per 4 persone

Per 8 tortillas:

  • Farina di mais 150 g
  • Acqua 220 ml
  • Olio di semi 1,5 cucchiaino
  • Sale 1 pizzico

Per il ripieno:

  • Salsiccia 500 g
  • Paprika affumicata 1 cucchiaio
  • Concentrato di pomodoro 1 cucchiaio
  • Peperoncino (facoltativo)
  • Pomodorini datterini 150 g
  • Cipolla fresca 40 g
  • Prezzemolo 1 mazzetto
  • Succo di lime ½
  • Vino rosso ½ bicchiere scarso
  • Olio extravergine di oliva qb
  • Sale qb
  • Pepe nero qb

Per la salsa allo yogurt:

  • Panna acida 100 g
  • Scorza di limone ½
  • Yogurt greco 50 g

Preparazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cominciamo dall’impasto delle tortillas, ossia le crêpes: intiepidire l’acqua e sciogliervi dentro il sale. In una ciotola versare la farina, aggiungere l’acqua tiepida contenente il sale, e l’olio. Impastare fino a raggiungere un composto omogeneo e lasciare riposare 15 minuti, alla fine dei quali l’impasto dovrà essere diviso in 8 palline uguali. Inserire ogni pallina tra 2 fogli di carta da forno e stendere l’impasto con un matterello cercando di mantenere una forma rotonda di circa 15 cm di diametro con uno spessore di pochi millimetri, che si può sagomare in modo più preciso con qualsiasi oggetto, da un coppapasta ad un coperchio. Cuocere in una padella antiaderente ben riscaldata per circa 2 minuti, girandole da entrambi i lati. Conservare le tortillas pronte coperte da un panno pulito così da mantenerle calde ed elastiche. Nel tempo di riposo dell’impasto delle tortillas sgranare la salsiccia con il dorso di un coltello levando il budello esterno. Scaldare l’olio e il peperoncino, se piace, e rosolare a fuoco medio la salsiccia, aggiungendo in cottura la paprika affumicata. Sfumare con il vino rosso e, una volta evaporato, aggiungere il concentrato di pomodoro e il pepe. Lasciare cuocere circa 15 minuti. Nel frattempo tagliare i pomodori a cubetti, la cipolla a listarelle sottili e tritare il prezzemolo. Unire questi tre ingredienti in una ciotola e condire con l’olio extravergine di oliva, sale ed il succo di mezzo lime. Preparare la salsa con lo yogurt greco, la panna acida e la scorza grattugiata di mezzo lime. Mescolare accuratamente e lasciare da parte. Appena la carne sarà pronta si possono assemblare i tacos. Gli ingredienti da metter sulle tortillas calde in ordine sono: abbondante salsiccia, insalata di pomodorini e la salsa. In poco tempo avrete realizzato un piatto sfizioso e diverso.


Consigli

tacos vino

Con questo piatto speziato ed esotico, la nostra sempre attenta Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli ci consiglia un Malbec dell’azienda Conte Loredan Gasparini. L’azienda fu fondata negli anni 50 dal conte Loredan, diretto discendente del doge di Venezia Leonardo Loredan. Un vino I.G.T. dei colli trevigiani dal colore intenso e ricco con sentori di frutti rossi e con una delicata nota speziata. Al palato risulta morbido fresco e piacevole. Nasce da uve Malbec al 100%, viene fermentato in vasche d’acciaio e affinato in vetro. Va consumato preferibilmente ancora giovane e ha una gradazione alcolica di 12,5% vol. Temperatura di servizio 16°-18° C.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Dog Walking con Terre di Mezzo
Articolo successivoInsalata di funghi, rucola e formaggio di capra
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO