CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Lo Smacafam è una focaccia trentina ricca e gustosa che si prepara nel periodo di Carnevale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un rustico semplice e sostanzioso già dal nome, infatti in dialetto trentino significa schiaccia fame. L’ingrediente principale di questa ricetta è la luganega trentina una salsiccia preparata con carne di suino di prima scelta con l’aggiunta di grasso morbido, sale, pepe macinato e aglio tritato. Va accompagnata con verdure fresche come il tarasacco, ma anche con crauti e fagiolini. Ideale per un aperitivo con gli amici, accompagnato da uno splendido vino locale, è ottimo anche il giorno dopo, infatti un detto trentino recita, “lo smacafam per ancoi e… per doman”.

Difficoltà :Facile Tempo di preparazione : 30′  Tempo di cottura : 30′


Ingredienti per 6 persone

  • Luganega trentina 400 g
  • Pancetta affumicata 80 g
  • Farina 00 250 g
  • Latte 300 ml
  • Uova 3
  • Burro 60 g
  • Sale q. b.
  • Pepe q. b.

Preparazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per prima cosa preriscaldate il forno a 180° C. Rompete le uova in una ciotola, conditele con un pizzico di sale e di pepe e sbattetele leggermente. Setacciate la farina molto bene per evitare il formarsi di grumi, e aggiungetela alle uova. Cominciate a impastare e aggiungete anche il latte, poco alla volta. Continuate a lavorare l’impasto versando tutto il latte, fino a che non avrete ottenuto un composto fluido e, soprattutto, senza grumi. Prendete una teglia da forno, imburratene fondo e pareti, infarinatela e eliminate l’eccesso di farina. Eliminate il budello dalla luganega e fatela a piccoli tocchettini. Aggiungeteli all’impasto e mischiate bene, infine inserite anche la pancetta tagliata grossolanamente. Versate l’impasto nella teglia. Mettete la teglia nel forno ben caldo e fate cuocere per trenta minuti. Trascorso il tempo sfornate e fate riposare per almeno cinque minuti. Potete servire lo Smacafam tiepido o freddo.


Consigli

smacafam-bigmountain-montagna-vino

Questa deliziosa focaccia trentina a detta della onnipresente Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli va gradita con un Teroldego Foradori dei Vigneti delle Dolomiti. Viene prodotto esclusivamente con uve Teroldego raccolte e selezionate a mano. Fermenta in vasche di cemento e successivamente affina tra botte e vasche cementate prima dell’imbottigliamento. Il Teraldego è caratterizzato da un colore rosso rubino intenso. Al naso si apre con profumi di viola, lampone nero e ribes arricchiti da lievi note di erbe e moka. Al palato è gradevole, fresco e strutturato con un finale leggermente ammandorlato. La temperatura di servizio consigliata è di 16°-18° C.

LASCIA UN COMMENTO