CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Il  risotto  fichi, prosciutto  e  pecorino è una   ricetta    facile   e   gustosa   da  preparare  in  questo  periodo in cui si hanno a disposizione ancora i fichi.

 

Il contrasto tra il dolce dei fichi e il salato del crudo e del pecorino, delizierà  i  vostri   invitati.  Anche  se  l’accostamento  vi  sembra azzardato, posso solo dirvi che invece è molto delicato. Ideale per una cena  settembrina, un modo perfetto per salutare la stagione calda con  questo ultimo dono dell’estate. Provatelo, ne rimarrete piacevolmente colpiti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Difficoltà10′ Tempo di preparazione20′ Tempo di cottura : 30


Ingredienti per 4 persone

  • Brodo vegetale 1 l
  • Cipollotto 1
  • Rosmarino 1 rametto
  • Burro 90 g
  • Riso Arborio o Vialone Nano 350 g
  • Vino bianco secco ½ bicchiere
  • Fichi 8 tagliati in 4
  • Fichi interi 4 per decorare
  • Prosciutto crudo 4 fette
  • Pecorino fresco 100 g

 

Preparazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Scaldate  il  brodo e affettate  il cipollotto finemente. In un tegame largo  scaldate  30 g  burro  insieme  ad  1  cucchiaio  di  olio. Aggiungete  il  cipollotto  e  lasciatelo  stufare per qualche minuto. Quindi  unite il riso e il rosmarino e fatelo tostare. Alzate la fiamma e  sfumate con  il  vino  bianco. Cominciate ad aggiungere il brodo, un  mestolo  alla  volta  a fiamma media. Nel frattempo, in un’altra padella, riscaldate altri 30 g di burro e dopo qualche minuto unite i fichi. Lasciateli insaporire per 5 minuti a fuoco  medio, mescolando di  tanto  in   tanto  e   schiacciandoli   leggermente,  così   da  far fuoriuscire  un po’  di polpa.  Tagliuzzate  il prosciutto a striscioline sottilissime e aggiungetelo ai fichi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cuocete  per  altri  2 minuti, mescolando, quindi spegnete il fuoco. Trascorsi i primi 12 minuti di  cottura del riso, aggiungete i fichi e il prosciutto alla  padella. Mescolate bene e proseguite la cottura per altri  5  minuti  circa,  aggiungendo  sempre  brodo. Controllate  la cottura  del  riso, una  volta  pronto  spegnete  il fuoco.  Togliete il rosmarino e aggiungete gli ultimi 30 g di burro, il pecorino fresco a scaglie  e  mantecate  il  risotto. Lasciatelo  riposare per un paio di minuti, quindi impiattate e decorate con 1 fico leggermente aperto per piatto, con del rosmarino e servite.


Consigli

Per  il  nostro  originale  risotto,  la fichissima  Lina  Esposito  di Vino e Cioccolato  di  Napoli  ci  consiglia  una  Malvasia  Secca  di  Salina ‘Didyme’  Tasca  d’Almerita. Un  vino  bianco secco dal colore giallo paglierino  brillante, di  grande aromaticità e freschezza ottenuto a partire   da   uve  di  Malvasia  delle  Lipari.   L’impatto  olfattivo  è accattivante  e  intenso,  giocato  sui   profumi  mediterranei,  fiori bianchi  e  agrumi. Al  palato  evoca grande  equilibrato e un gusto morbido  e piacevolmente sapido. Temperatura di servizio 8/10°C.

LASCIA UN COMMENTO