CONDIVIDI
image_pdfimage_print

La pastiera al cacao e nocciole è una rivisitazione della classica pastiera napoletana, un gustoso dolce pasquale che ormai si apprezza tutto l’anno.

La frolla al cacao e le nocciole esaltano ancora di più ipast7l sapore del grano all’interno, e le gocce di cioccolato la rendono ancora più golosa. Toccare i punti fermi della cucina tradizionale è spesso un rischio, ma questa volta ne vale veramente la pena. Provatela non ve ne pentirete.

Difficoltà :facile Tempo di preparazione :30′   Tempo di cottura :50′


Ingredienti per uno stampo di diametro 24 cm.

  • Farina 00 250 gpast1
  • Cacao amaro 50 g
  • Zucchero 60 g
  • Burro 100 g
  • Farina di nocciole 70 g
  • Uova 2
  • Vaniglia 2 baccelli
  • Sale un pizzico
  • Ricotta di pecora 500 g
  • Zucchero 400 g
  • Grano già pronto in barattoli per pastiera 500 gpast2
  • Latte 500 ml
  • Cacao amaro 25 g
  • Gocce di cioccolata 100 g
  • Acqua ai fiori di arancio 25 ml
  • Cannella un pizzico
  • Tuorli 6
  • Albumi 3past3

Preparazione

Per la pasta frolla impastiamo in una ciotola farina, cacao e burro ottenendo un impasto sabbioso, uniamo la farina di nocciole, il sale e lo zucchero,past5 un uovo alla volta e li facciamo assorbire bene. Aggiungiamo i semi di vaniglia (un baccello) e impastiamo velocemente tanto da ottenere un impasto omogeneo. Lasciamo riposare per circa un’ora in frigo avvolta in pellicola da cucina. Prepariamo la farcitura; in una ciotola mettiamo i 6 tuorli tenendo da parte 3 albumi, uniamo metà zucchero e cominciamo a mescolare bene. Aggiungiamo la ricotta, mescoliamo, uniamo il latte, la cannella, l’acqua ai fiori di arancio  e i semi di vaniglia . Diamo una generosa mescolata ed uniamo il grano scolato per bene. Montiamo a neve gli albumi con il resto dello zucchero ed uniamoli al resto della crema per farla diventare più spumosa. Il composto deve essere piuttosto liquido.past4 Foderiamo con la frolla una teglia tonda da 24 cm precedentemente imburrata ed infarinata, avendo cura di bucherellare il fondo. Uniamo il ripieno aiutandoci con un leccapentole e riempiamo fino al bordo, aggiungiamo le gocce di cioccolato. Formiamo delle striscioline di pasta frolla da sistemare sopra la pastiera ed inforniamo a 180°C per 50′ circa. La superficie della pastiera dovrà essere bella dorata.


Consigli

La solita e indispensabile Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli ci consiglia di assaggiare la pastiera con un passito 11 Filari Primitivopast vino di Manduria delle Cantine San Marzano. Venduto in bottiglie da 50 cl è un passito da uve autoctone di Primitivo. Dal colore rosso rubino intenso con sfumature granate, presenta sentori di frutta matura con leggere note speziate. Il corpo di tutto rispetto avvolge piacevolmente il palato con sensazioni mielate. Conserva le sue qualità organolettiche per circa 2 anni. La temperatura di servizio consigliata è di 18°/20° C.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Madonna che scappa in piazza a Sulmona
Articolo successivoLasagne di crespelle con asparagi e taleggio
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO