CONDIVIDI
image_pdfimage_print

La pasta fredda con verdure è un primo con un tocco di originalità classica.

In estate la voglia di cucinare passa un po’ a tutti, ma i primi freddi sono perfetti per far fronte a questa mancanza, basta prepararne in gran quantità per risolvere i pranzi o le cene di almeno un paio di giorni. Questa pasta fredda ha un sapore così fresco e gustoso che non stanca mai, e accontenta i gusti di tutti. Tra l’altro è un piatto che fa felice anche i vegetariani, accostando le verdure, il sapore acido del limone, le erbe provenzali, e dando quel tocco originale a cui non si può rinunciare una volta assaggiato. Vi consigliamo di provare…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Difficoltà : Facile Tempo di preparazione : 20′  Tempo di cottura : 20′


Ingredienti per 4 persone

  • Fusilli (o un formato di pasta corta a vostra scelta) 320 g
  • Melanzana 1
  • Peperone giallo 1
  • Peperone rosso 1
  • Cipolla 1/2
  • Limone piccolo ½
  • Prezzemolo 1 mazzetto
  • Basilico qualche foglia
  • Timo un rametto
  • Maggiorana 1 rametto
  • Olio extravergine di oliva q. b.
  • Sale q. b.
  • Pepe q. b.

Preparazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tagliare la cipolla a fettine sottili e versarla in padella con un po’ d’olio. Lavare e tagliare i peperoni a listarelle sottili e aggiungerli alla cipolla con un pizzico di sale. Cuocere a fuoco medio per circa 15’, fino a cottura. Nel frattempo lavare e tagliare la melanzana a tocchetti. Cuocere le melanzane in un po’ d’olio e un pizzico di sale a fuoco medio per circa 10’, fino a cottura. Mettere in una ciotola i peperoni e la cipolla cotti. Tenere l’olio in avanzo da parte che potrebbe servire poi per la pasta. Aggiungere le melanzane con tutto l’olio ai peperoni, aggiustare di sale e pepare. Aggiungere il basilico e il prezzemolo tritati, il timo, la maggiorana (privati del rametto) e infine il succo di mezzo limone. Consiglio di aggiungere il limone poco per volta e assaggiare per capire a proprio gusto se metterlo tutto. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolare leggermente al dente e mescolare insieme al condimento. Se la pasta risulta secca aggiungere un po’ d’olio dei peperoni tenuto da parte precedentemente. Lasciare raffreddare prima di servire.

 


Consigli

pas vino

La già in vacanza Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli ci indica per questa pasta un Manfredi bianco della Basilicata. Questo vino proviene dalla cantina Re Manfredi e le uve sono prodotte nei 20 ettari di proprietà dell’azienda ubicata a Pian di Camera nel comune di Venosa. Qui le uve Muller Thurgau e il Traminer aromatico grazie ai suoli di origine vulcanica esaltano le loro caratteristiche di mineralità e di note floreali. Il risultato è di un vino aromatico, di grande personalità ma con acidità più contenuta rispetto ai vini del nord. Colore giallo paglierino con riflessi dorati, manifesta fresche note floreali e speziate. Ha un profumo complesso di mela e frutta gialla matura, con sentori di salvia e gelsomino. La sua spiccata mineralità gioca in modo intrigante con il leggero residuo zuccherino. La temperatura di servizio è di 8° C.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Giostra Cavalleresca di Sulmona
Articolo successivoVacanze pelose, in viaggio con i nostri amici a quattro zampe
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO