CONDIVIDI
image_pdfimage_print

La Parmigiana di cipolle di Cannara è una ricetta che unisce un prodotto tradizionale dell’Umbria e un gusto delicato in un piatto originale.

 

La cipolla di Cannara, infatti, è tipica della zona meridionale di questa regione, in una valle a 10 km da Assisi. Il terreno argilloso e ricco di potassio permette la crescita di un prodotto estremamente dolce, morbido, digeribile e a lunga conservazione. Inoltre questa cipolla è riconosciuta come prodotto agroalimentare tradizionale (PAT) dal Ministero delle politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Delle tante varietà esistenti, abbiamo scelto per questa ricetta la Borettana o piatta, color giallo ambra e adatta a cotture al forno. Il basso contenuto calorico di questo ingrediente non preclude la preparazione di un piatto dal sapore pieno, saporito e delicato allo stesso tempo, nonché di grande effetto scenografico. La cottura è lunga, ma il risultato assicurato.

parm25

Difficoltà :Media  Tempo di preparazione :10′   Tempo di cottura :2,5h


Ingredienti per 4 persone

  • Cipolle di Cannara tipo borettane 15
  • Aglio rosa 2 spicchi
  • Pomodori datterino 400 g
  • Parmigiano Reggiano grattugiato 100 g
  • Passata di pomodoro 200 g
  • Vino bianco secco 1 bicchiere
  • Peperoncino facoltativo q. b.
  • Burro 30 g
  • Olio extravergine di oliva q. b.
  • Sale q. b.
  • Pepe q. b.

 

Preparazione

Stufare le cipolle pulite e affettate, con poco olio, vino, saparm22le e pepe per circa un’ora in forno, fino a renderle morbide. La temperatura del forno deve essere non troppo alta, altrimenti si asciugano e si induriscono. Preparare il sugo in una casseruola con l’aglio in camicia, l’olio, i pomodori datterini tagliati a metà, la passata e il peperoncino se piace. Cuocere a fiamma viva, salare e pepare. Il sugo deve risultare denso, troppo liquido non ci permetterebbe di avere una parmigiana compatta. Frullare il sugo nel mixer, fino a raggiungere una consistenza omogenea. Comporre gli strati in una teglia da forno: prima sugo, poi cipolle, infine Parmigiano. Stratificare fino ad esaurimento degli ingredienti. Sull’ultimo strato aggiungere qualche fiocco di burro. Infornare in forno preriscaldato a 180 gradi centigradi per circa un’ora. Una volta sfornata, lasciare rapprendere e riposare una mezz’ora, quindi servire.


Consigli

parm vino

La parmigiana di cipolle a detta dell’onnisciente Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli va gustata con un Bianco delle Regine dell azienda Catello delle Regine. Questo vino viene prodotto con vitigni Chardonnay, Sauvignon, Riesling e Pinot grigio posizionati sulle colline all’interno dell’azienda dove le condizioni pedo-climatiche e l’escursione termica tra giorno e notte ne mettono in evidenza l’aromaticità. Dal colore giallo paglierino, al naso dona un immediata freschezza aromatica di banana pesca  e fiori. Al palato rispecchia quanto detto prima unito all’agrume dolce che lascia il giusto spazio alla sapidità. La sua temperatura di servizio e di 8°-10° C.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’Umbria e i suoi legumi
Articolo successivoCelestino V e gli eremi della Majella e del Morrone
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO