CONDIVIDI
image_pdfimage_print

I paccheri con pomodori confit e frisella, racchiude in se tutti i profumi della migliore tradizione mediterranea.

Un primo piatto facile e incredibilmente saporito preparato con ingredienti semplici e genuini che portano con se tutta la dolcezza dei pomodori confit cioè cotti al forno a bassa temperatura e tutto il profumo delle erbe aromatiche. Il tutto reso ancor più appetitoso dalla componente croccante della frisella sbriciolata. Il risultato sarà un primo piatto buono da mangiare e soprattutto bello da vedere e del quale non potrete più farne a meno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Difficoltà : Facile Tempo di preparazione : 15′   Tempo di cottura : 2h


Ingredienti per 4 persone

  • Paccheri 400 g
  • Pomodoro camone 100 g
  • Pomodorino ciliegino 300 g
  • Aglio 4 spicchi
  • Timo q. b.
  • Basilico q. b.
  • Salvia q. b.
  • Pepe nero q. b.
  • Sale q. b.
  • Maggiorana q. b.
  • Olio extravergine di Oliva q. b.
  • Frisella di orzo integrale 1

Preparazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Iniziamo preparando i pomodori confit. Scaldare il forno a 70°. In una casseruola piena d’acqua   bollente fate scottare i pomodori camone per meno di un minuto, fateli raffreddare con acqua ghiacciata e spellateli. In una teglia di dimensione adeguate  versate abbondante olio extravergine di oliva, l’aglio e il pepe, insieme a tutte le erbe aromatiche avendo cura di lasciarne un po’ per decorare, Scaldate in forno per 10′, poi unite i pomodori spellati e i pomodori ciliegino, assicurandovi che questi siano coperti a filo con l’ olio aromatizzato. Fate cuocere in forno a 80°C per circa due ore. Nel frattempo, sfregate la frisella di orzo con uno spicchio d’aglio e sbriciolatela finemente. Cuocete i paccheri in abbondante acqua salata. Una volta cotti, scolateli e conditeli con i pomodori al forno sgocciolati e salati. Ultimate il piatto aggiungendo le briciole di frisella, un filo di olio di cottura, le erbe aromatiche per decorare e servire ben caldo.


Consigli

pac vino

Per questo primo appetitoso la mediterranea Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli ci consiglia un Biancolella doc delle cantine Antonio Mazzella. Prodotto sul versante sud-est del comune di Ischia ad un’altitudine tra i 200 e i 400 m s.l.m. Un vino dal colore giallo paglierino e dal profumo floreale con sfumature di banana. In bocca risulta delicato, fresco e leggermente sapido. Dotato di un buon corpo ha una temperatura di servizio tra gli 8-10° C e una gradazione alcolica di 12% vol.

CONDIVIDI
Articolo precedenteInsalata di patate e pomodorini con pesto aromatico
Articolo successivoTerre di Mezzo di Notte, di note e di stelle
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO