CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Oggi è cosi si scia a Roccaraso Rivisondoli Pizzalto e………. nasce come gruppo Facebook di appassionati stanziali del comprensorio Alto Sangro nell’aquilano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Circa due anni fa, attraverso un’amica mi trovai iscritto in questo gruppo social, e forse all’inizio nemmeno capii la portata del fenomeno. Come me, tanti altri, avranno pensato che non costava nulla e al massimo ci si poteva sganciare facilmente. Poi man mano che il tempo passava vedevo che gli iscritti aumentavano e le iniziative all’interno della community si susseguivano settimana dopo settimana. Io non tocco gli sci da due anni ma so bene che l’aggregazione è lo scopo fondamentale di questo sport. Coniugando quindi uno sport all’aria aperta come lo sci con il piacere di conoscersi e socializzare tra una curva e un bombardino in baita, tutto ciò si è reso possibile grazie a due personaggi a dir poco vulcanici, ma che grazie alle loro differenze caratteriali, possono essere avvicinati ai mitici Totò e Peppino.

Parlo dell’esuberante Rino Barbato e dell’eminenza grigia Aldo Amodio che sono gli amministratori del gruppo. Il primo è il classico maestro di cerimonia, con una vitalità e una carica a dir poco destabilizzanti, mentre il secondo, all’apparenza posato e osservatore, è il deus ex machina di tutto l’aspetto media. E meno male che Aldo esiste, altrimenti Rino avrebbe problemi a distinguere un mouse da cancellino per la lavagna (non me ne voglia il presidente Barbato). Nel gruppo non ci sono ambizioni agonistiche e l’ingresso è consentito anche ai principianti. La passione per lo sci è alla base di tutto, sia per i due boss che per tutti gli iscritti, e chi come me ha iniziato da piccolo a sciare sa bene che in buona compagnia sulla neve le ore passano senza problemi, ma da soli dopo un po la noia sopraggiunge inesorabile.

logoQuesto gruppo è addirittura salito agli onori della cronaca sciistica con un bellissimo redazionale sulla rivista Sciare di Aprile, dove il Presidente Barbato e l’AD Amodio spiegano esaustivamente l’attività svolta dal gruppo. Nato per scherzo, in occasione di uno Ski Test Consumer della suddetta rivista, oggi annovera circa 6000 iscritti. La prova del fuoco della crescita e dell’utilità dell’iniziativa si è avuta quest’inverno, quando in occasione dei noti eventi atmosferici di gennaio, le abbondanti nevicate hanno reso difficili comunicazioni e viabilità. Ebbene il gruppo Oggi è così….. grazie alla costante presenza del gran numero di iscritti, ha fornito tantissime notizie utili a chi voleva raggiungere il comprensorio Alto Sangro, sia per la percorribilità delle strade che per l’accoglienza turistica. In breve tempo si è trasformato quindi in uno strumento utile al passo con i nuovi standard di comunicazione attraverso i social. Il buon Barbato si prodiga a ideare capi come giacchini o felpe con i coloro sociali (giallo fluo e azzurro), e credo che abbia in serbo sorprese come una vera e propria divisa mentre Aldo Amodio delizia i seguaci con tutte le sue diavolerie da ripresa, postando foto e filmati girati con gran perizia.

La stagione è finita da due settimane e già si pensa al ghiacciaio o a programmi per il prossimo inverno. Operano sempre a stretto contatto con l’Alto Sangro, tanto che lo scorso 26 novembre, al centro congressi Montepratello, si è tenuta, a cura del gruppo, una conferenza stampa informativa del Consorzio per aggiornare l’utenza sulle novità della stagione che si è appena conclusa. Il sottoscritto riportò tutti i particolari di quest’iniziativa nell’articolo “Meeting 26/11/2017 Oggi è così…………a Montepratello”. Sapete uno degli obiettivi del gruppo oggi qual’è? Organizzare nell’ Alto Sangro un Consumer Test di Sciare. Fino a due anni fa vi assicuro che sarebbe stato quasi impossibile. Ebbene ho la sensazione che la verve napoletana di “Attenti a quei due” Barbato-Amodio sta per muovere i tasti giusti per realizzare questo sogno. Forza ragazzi, che secondo me siete maturi per farcela.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLasagne di crespelle con asparagi e taleggio
Articolo successivoCostolette di agnello in crosta di mandorle: gustosa variante per Pasqua
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO