CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Trovare l’atmosfera del Natale nella pittoresca Umbria tra Perugia e Greccio, regala sensazioni uniche e emozionanti.

Nel cuore dell’Italia troviamo una serie di mercatini che ci proiettano nel Natale e ci consentono brevi vacanze tocca e fuggi. Partiamo da Perugia con la sua rocca Paolina costruita da papa Paolo III Farnese nel 1540. All’interno di essa si snodano caratteristiche strade medievali dove viene allestito il mercatino. Offre molte mercatino-a-gubbio-1cose particolari comeornamenti, oggetti di artigianato e diversi pezzi unici. Vengono anche allestiti laboratori didattici per grandi e piccoli, dove grazie alla partecipazione di artigiani tutti potranno cimentarsi a provare a diventare artisti della domenica. http://bit.ly/2fkx6K0 .

Ad appena 30 km da Perugia troveremo Gubbio. Qui in un delizioso borgo medievale viene ambientato un mercatino a dir poco fiabesco e un presepe con statue di pastori addirittura a grandezza naturale. Molti ricorderanno alcune delle piazze dove è ambientato perché location della fiction don Matteo. Ma la caratteristica principale del Natale a Gubbio è l’albero di natale più grande del mondo, visibile a distanza e adagiato sulle pendici del monte Ingino fatto con 350 fari particolari e km di cavi. http://bit.ly/2gdKLBF .

Con appena 100 km nella verde Umbria, arriviamo a Spoleto dove ci attendono due mercatini diversi, uno per le arti e i mestieri e l’altro per i sapori. Gli eventi si svolgeranno tra pzza Libertà e pz
za Garibaldi e in quest’ultima ci sarà la casa di Babbo Natale per la gioia dei piccoli, mentre nell’altra avremo l’ufficio postale per spedire le letterine. Tutto condito da spettacoli, incontri e animazione a far sì che ognuno sia protagonista.  http://bit.ly/2fVq3pg .

In appena un’ora di auto saremo a Greccio che è una tappa obbligata per il Natale. Qui nel 1223 è nato il presepe graziemercatino-a-greccio a S. Francesco d’Assisi che l’ha visitata più volte. L’atmosfera del borgo sembra aver fermato il tempo e la spiritualità è nell’aria. Qui troverete bancarelle di artigiani che potranno offrirvi tutto quello che l’arte del presepe richiede, oltre alle specialità alimentari e non di questa terra bellissima e ospitale. Quindi non mancate di visitare questo borgo incantato dall’8 dicembre al 6 gennaio prossimo. Non ve ne pentirete. http://bit.ly/2fkC8pN

CONDIVIDI
Articolo precedenteNATALE A VIENNA E GRAZ NEL CUORE DELLA STIRIA
Articolo successivoSTRUDEL DI MELE IN PASTA FROLLA: IL DOLCE PERFETTO PER UN WEEK END IN FAMIGLIA
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO