CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Oggi andremo in Trentino alla ricerca di curiosità tra Levico terme e Moena e vi assicuro che ne troveremo.

A Levico Terme, in Trentino, esiste un parco naturale di rara bellezza: il parco degli Asburgo. Il viale principale del parco, fatto di faggi secolari, in questo periodo ospita un mercato magico e suggestivo, dove le luci soffuse, le case degli elfi e di Babbo Natale e i cori rendono l’atmosfera surreale regalando un sorriso a tutti i bambini. Si può girare in carrozza o in trenino attraverso casette dalle quali partono profumi allettanti e tipici del periodo. La fattoria è un attrazione per i più piccoli, qui possono cavalcare un pony o governare le caprette. http://bit.ly/2gTVO1F .

In un’ora siamo a Madonna di Campiglio meta preferita da tanti permercatino-a-madonna-di-campiglio le vacanze di Natale, che offre il meglio proprio nel periodo da Natale all’Epifania. In piazza Sissi una ventina di casette, costruite con materiali recuperati dai boschi, si inseriscono in modo perfetto nella cornice unica di Madonna di Campiglio. Innumerevoli eventi dedicati a grandi e piccoli anche di natura culturale, accompagnano il periodo del mercatino. http://bit.ly/2fZQRXq .

Una divagazione dal tema dei mercatini è d’obbligo per Miola di Pinè. Qui, più che un mercatino, sembra di immergersi in un presepe a cielo aperto, infatti nel borgo ogni angolo, cortilmercatino-a-miolae, o piazza si trasforma in scenario per esporre questi capolavori degli artigiani locali. Tutto rigorosamente fatto a mano, dai presepi agli addobbi e tutto quanto necessita per farli. Inoltre tutta questa magia è condita da cori alpini, bande itineranti, giochi, giostre per bambini e spettacoli per adulti, per non scontentare nessuno. http://bit.ly/2h2aWhr .

Ultima tappa di oggi è Moena in val di Fassa, soprannominata “la fata delle Dolomiti”. Un paesino caratteristico dove i mercatini seguono le tradizioni del nord Europa. Qui le poche casette in legno offrmercatini-a-moenaono solo prodotti esclusivi e curiosi, per garantire a voi che comprate o a chi destinate il pensiero, un emozione unica. L’occasione del mercatino serve a immergersi nella cultura Ladina, di cui la valle fa parte, potendo visitare i vari musei, le chiese, le cappelle e il museo della guerra, così da avere una full immertion di tutto rispetto. Queste sono esperienze che sicuramente arricchiscono lo spirito. http://bit.ly/2guuVEB .

CONDIVIDI
Articolo precedenteTACCHINO RIPIENO CON CASTAGNE E SALSICCIA
Articolo successivoINVOLTINI DI POLLO CON PERE, GORGONZOLA E NOCI: UN DELIZIOSO SFIZIO
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO