CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Oggi partiamo da Belluno per un veloce viaggio tra le tradizioni venete, attraverso i suoi mercatini.

In una splendida posizione a sbalzo sulla piana del Piave, con vedute bellissime sulle dolomiti, questa città, già insediamento romano, venne nel Medioevo tra il X e il XV secolo cinta da mura, ed essendo crocevia di traffici con l’Austria si arricchì di palazzi e monumenti. Oggi ben conservata accoglie due mercatini interessanti. Uno nei giardini di P.zza dei Martiri dedicato agli artigiani con addobbi, oggetti, maglioni e sciarpe, e sempre nella stessa piazza, ma spostato, ci sarà il mercatino di San Niccolò interamente dedicato ai bambini.

Si narra che la notte del 5 dicembre il santo, a cavalcioni di un asinello, attraversa la città e lascia doni ai bimbi, che gli fanno trovare sui davanzali cibo acqua, e fieno per il suo fedele accompagnatore. Durante questo periodo si correrà anche la maratona di Natale. http://bit.ly/2ggalWP .

A 70 km troviamo la Perla delle Dolomiti, ovvero Cortina d’Ampezzmercatini-a-cortinao, che oltre alla cornice spettacolare delle sue montagne, offre ai tantissimi turisti un ventina di stand sul corso con oggetti particolari di artigianato. Le manifestazioni di corollario saranno tantissime e solo per citarne qualcuna avremo Cortina Fashion Week end, Olimpic Winters, Fis Snowboard cup, Auguri in musica ecc. ecc. http://bit.ly/2f2iTTf.

In Veneto non possiamo non pensare a Venezia. In appena due ore ci troveremo in laguna. Inutile celebrare uno dei patrimoni che il mondo ci invidia. Qui, in campo Santo Stefano, diversi espositori, in una cornice di luminarie e alberi addobbati, espongono prodotti di alta qualità tra merletti, candele, presepi, saponi e giocattoli. http://bit.ly/2f2jO6n

Da Venezia, con un semplice vaporetto, potrete arrivare a Murano, percmercatino-a-muranohé il mercatino locale che espone i lavori in vetro di artigiani famosi in tutto il mondo non si può perdere. Creazioni uniche fatte appositamente per il natale vi consentiranno di acquistare addobbi unici sia per l’albero che per la casa, nella piazzetta dell’isola che diventa un museo a cielo aperto. Durante questo periodo si potrà assistere alla regata delle fornaci, e partecipare a laboratori nelle botteghe, dove tutti potranno cimentarsi nella soffiatura del vetro. http://bit.ly/2fB9WN7    Anche queste sono esperienze che credo valga la pena di vivere.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSTRUDEL DI MELE IN PASTA FROLLA: IL DOLCE PERFETTO PER UN WEEK END IN FAMIGLIA
Articolo successivoFONDUTA VALDOSTANA CON ASPARAGI, SPECK E CROSTINI DI PANE
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO