CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Sabato 26 novembre scorso, nella bellissima cornice della sala congressi di Montepratello, si è svolto un meeting di informazione richiesto dal gruppo FB Oggi è così ideato da Rino Barbato e Aldo Amodio.

Per la prima volta un consorzio di impianti a fune, SIAFAS Alto Sangro, ha accolto e illustrato a un gruppo di clienti appassionati di sci le novità che si troveranno nella stagione invernale 2016/17. I relatori erano Daniele Ruscitti per SIAFAS, l’ing. Marco Cordeschi direttore dei lavori per i nuovi impianti, Gianmaria Fisco in rappresentanza delle società Aremogna e Montepratello e Rino Barbato con Aldo Amodio per il gruppo Oggi è così (Ieri oggi e domani).

Nella accogliente e panoramica cornice della sala congressi di Montepratello, gli ospiti hanno ascoltato gli interventi dei relatori che hanno illustrato, ognuno per le sue competenze, quello che a breve i frequentatori del più grosso consorzio appenninico potranno verificare di persona. Senza togliere nulla a nessuno, il punto fondamentale dell’incontro è stata la presentazione dell’ing. Cordeschi, che con estrema competenza ha spiegato le peculiarità delle due nuove telecabine da 10 posti.arrivo-telecabina

La prima che da Pizzalto porterà a Gravare, con un intermedia che grazie a una nuova pista facilissima regalerà ai principianti il più grosso campo scuola esistente. E la seconda che da Gravare porterà sulla pista rossa delle Toppe del Tesoro in appena 5 min all’incrocio con la pista azzurra. Entrambe sono impianti all’avanguardia, silenziosissimi e veloci (6mt al secondo) grazie a motori di ultima generazione, con cabine da 10 posti disegnate da Pininfarina e sedili in pelle. Inoltre, le stazioni di arrivo della prima e di partenza della seconda, sono intermodali, in modo che in caso di necessità le cabine dell’una potranno essere trasferite all’altra.partenza-telecabina

L’ingegnere ha poi illustrato le novità del nuovo impianto di innevamento artificiale, che oltre ad essere stato ampliato come rete di distribuzione e bacini di accumulo, permette di innevare a temperature più alte rispetto al passato. Esaustivo anche l’intervento di Gianmaria Fisco, che ha illustrato tutti i servizi che il consorzio mette a disposizione degli utenti, dalle baite con wi fi ai rental passando per le ludoteche per i piccoli. Insomma sembra essersi aperta una nuova fase nei rapporti tra società di gestione impianti e clientela, che sicuramente consentirà, specie ai gestori, di poter sempre migliorare la qualità dei servizi offerti andando a sentire dal vivo le esigenze degli utenti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCARRE’ DI AGNELLO CON GRANELLA DI PISTACCHI
Articolo successivoIL NATALE TRA CASTIONE DELLA PRESOLANA E RONCO VARESE
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO