CONDIVIDI
image_pdfimage_print

La misteriosa Galleria Borbonica di Napoli vivrà la magia di Arte e Moda alla nona edizione.

Grazie a Ludovico Lieto e Visivo Comunicazione, questa manifestazione, giunta al nono anno, resta un punto di riferimento sempre più forte per gli artisti emergenti di questa città. Tutto avverrà in una location resa sempre più suggestiva dall’Associazione Borbonica Sotterranea di Gianluca Minin, che grazie a un sapiente e lungo lavoro di restauro, ha creato il percorso più affascinante di tutta la Napoli Sotterranea. Nelle viscere di questa città dove tutto è l’esatto contrario di se stesso, domenica prossima 26 marzo dalle 19 e 30 alle 22 e 30 l’arte di giovani e vulcanici artisti si fonderà con una moda giovane, audace e tanto vogliosa di affacciarsi sempre più al panorama internazionale. Le passate edizioni sono state un grande successo, e quest’anno sicuramente sarà altrettanto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Big Mountain si occupa di montagna ma se un tunnel è fatto per passarci sotto, un po’resto in argomento, anche se all’altezza del mare. È un grande onore poter essere partner di cotanta kermesse grazie all’amicizia di Ludovico Lieto e Valeria Viscione che diligentemente come sempre cura l’aspetto artistico della manifestazione. E poi essere al fianco di cotanti altri partner come Orma, Etienne, Rebb, Concettina ai tre Santi, Ham, Team Leo, Alba Catering, CSF centro servizi e formazione e Sorrentino Vini non può che darmi lustro e vanto. Nel rispetto del tema L’oro di Napoli, la moda femminile vedrà nel programma tableaux vivants di modelle che indosseranno astract della prossima stagione secondo lo stile di Orma, rinomato brand per le calzature e l’abbigliamento. Per la moda maschile è previsto un flash a cura del nuovo store Etienne di via dei Mille, mentre gli accessori avranno uno spazio dedicato alle borse REBB che è un brand made in Italy che punta su qualità e stile ricercato. La serata vedrà un programma di musica live con gli Ondanueve String Quartet, diverse esibizioni artistiche dal vivo e una mostra d’arte a cura della bellissima Valeria Viscione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il tema dell’Oro di Napoli ispirerà anche Ciro Oliva, patron di Concettina ai Tre Santi, che per l’occasione presenterà una nuova pizza accompagnato da una performance dal vivo dell’artista Pietro Mingione. Ci saranno performance live di ballerini della Mart Company, diretti da Marco Auggiero, la compagnia di danza Malaorcula & HDemia Artystry a cura di Valerio Guidorizzi e Marcella Martusciello e il corpo di ballo Imperfect Movement coreografato da Valeria Papale. Vedremo il mascheraio Luca Arcamone, la bodypainter Weronique Art, la make up artist Tiziana Costanzi e l’artista Alfonso Trillicoso che realizzerà vignette per il pubblico ispirandosi al mondo “Ham” hambourger gourmet. In mostra vedremo: Antonio De Rosa, Annamaria Volpe, Salvio Parisi, Nunzio Meo, Mena Pezzullo, Domenico Sepe, Gaetano Di Maiolo, Francesco Scardaccione e Roberto Pierucci, Sara Tonello, Mariella Ridda, Mario Cicalese, Corrado Pastore, Aurora Cimmino, Peppe Avolio, Oxalab, Mario Sepe, Rosario Manco, Violante Varriale e Gianpiero D’Alessandro. Che altro dire? Domenica pomeriggio, magari di ritorno dal week end in montagna o da una gita fuori porta o meglio ancora se già siete in città, vi consiglio di non perdere questa collaudata kermesse. Si accede dal parcheggio di via Domenico Morelli per visitare un luogo suggestivo e magico splendidamente restaurato, e incontrare artisti emergenti che sono certamente un grosso valore aggiunto per la nostra città. Vi aspetto tutti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIn montagna altro che noia, nonostante i ritmi giusti e lenti
Articolo successivoLo “stocco”, il nostro chiodo fisso
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO