CONDIVIDI
image_pdfimage_print

La Carbonade è uno stufato di carne di manzo tipico della Val D’Aosta ma anche dell’Alta Savoia e di diversi paesi francofoni, come il Belgio o la Francia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La differenza tra le due ricette, sta nelle spezie e nel liquido di cottura utilizzato per cucinare la carne. In Belgio utilizzano, solitamente, le tipiche birre locali, in Italia, invece si utilizza il vino. Non è un semplice spezzatino perché arricchito da erbe aromatiche e spezie che lo rendono profumato e gustoso e la lunga e lenta cottura fa il resto rendendo questo piatto morbido e succulento. Il piatto si accompagna tradizionalmente con una polenta ben condita, preparata cioè con metà acqua e metà latte e completata, a fine cottura, con una grossa noce di burro. Un piatto da gustare davanti ad un camino scoppiettante in compagnia degli amici e con tutto il calore di un corposo vino rosso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Difficoltà : Facile Tempo di preparazione : 20′  Tempo di cottura : 2h 40′


Ingredienti per 6 persone

  • Polpa di manzo 800 g
  • Brodo di carne 1 l
  • Cipolla grande 1
  • Sedano una costa
  • Vino rosso 2 bicchieri
  • Alloro 5 foglie
  • Timo 1 rametto
  • Salvia qualche foglia
  • Chiodi di garofano 2
  • Ginepro 5 bacche
  • Canella 1 stecca
  • Noce moscata q. b.
  • Farina 0 0 q. b.
  • Burro 30 g
  • Sale q. b.

Preparazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Togliete le parti eccedenti di parte grassa dalla carne, tagliatela a tocchetti di media misura ed infarinatela da entrambe le parti utilizzando una ciotola in cui avrete messo precedentemente qualche cucchiaio di farina. Nel frattempo tritate finemente la cipolla e il sedano soffriggeteli nel burro. Quando la cipolla comincia ad imbiondire aggiungete la carne e rosolatela per un paio di minuti, dopodiché aggiungete il vino e fatelo sfumare con le erbe aromatiche, le bacche di ginepro, la cannella, i chiodi di garofano, la noce moscata e il sale.  A questo punto portate il tutto ad ebollizione aggiungendo il brodo di carne ed appena raggiunta la temperatura abbassate il fuoco al livello minimo e fate sobbollire per un’ora e mezzo. Così facendo si formerà una salsa piuttosto densa. Se durante la cottura la carne dovesse asciugare troppo aggiungete ancora un po’ d’acqua. A fine cottura passate il sugo al passaverdura dopo aver eliminato le spezie. Servite con una polenta piuttosto soda di contorno e con un paio di fette di pane di segale, il tipico “pan ner” valdostano.

 


Consigli

carbonade-valdostana-bigmountain-montagna-vino

Per la nostra Carbonade Valdostana, la sempre disponibile Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli ci consiglia un Prunotto Bansella Nizza. Un Barbera rosso rubino intenso con riflessi neri. Dal profumo ricco di frutta, sentori di prugna con note di viola, cacao e liquirizia. In bocca è pieno, armonico, morbido con un finale reso fresco da una buona vena acida. Coltivato su terreni argillosi di colore molto chiaro ricco di marne calcaree e di sabbia. Affinato per 9 mesi in barriques di secondo e terzo passaggio, prima di procedere all’imbottigliamento. Temperatura di servizio consigliata 16-18° C.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO