CONDIVIDI
image_pdfimage_print

La caponata è un piatto vegetariano ma ricchissimo e dal sapore unico che porta con sé tutto il profumo di Sicilia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La caponata è una delle preparazioni estive più amate e conosciute. Questa preparazione esalta il gusto delle verdure stagionali (peperoni, melanzane, cipolle), unendole in un connubio davvero irresistibile, in cui le note dolci e acidule si compensano alla perfezione. In Sicilia di questo piatto, esistono moltissime varianti. Tra le tante ricette della caponata sicuramente la più famosa è quella di melanzane; una variante molto diffusa prevede l’aggiunta di peperoni per arricchirne il sapore. Noi vi proponiamo questa versione, ma potrete adeguarla ai vostri gusti e alle vostre esigenze. Un’unica accortezza, la caponata va servita sempre fredda, e potrete conservarla per un paio di giorni in frigo in un contenitore sigillato.  Sarà perfetto per le vostre cene o per i vostri pic nic fuori porta.

Difficoltà : Facile  Tempo di preparazione :60′  Tempo di cottura : 20′


Ingredienti per 4 persone

  • Melanzane lunghe 600 g
  • Peperone rosso 1
  • Peperone giallo 1
  • Sedano 1 gambo
  • Cipolla rossa 1
  • Carote 2
  • Olive verdi 50 g
  • Capperi sotto sale 50 g
  • Pomodori freschi quasi maturi 400 g
  • Zucchero di canna 20 g
  • Aceto di mele 25 g
  • Mandorle tostate o pinoli 30 g
  • Uva passa 40 g
  • Basilico qualche foglia
  • Olio extra vergine d’oliva q. b.
  • Sale grosso q. b.

Preparazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pulite le melanzane. Tagliate le melanzane prima a fette e poi a dadini di circa 1 cm. Ponete i dadini di melanzana cosparsi di sale grosso in uno scolapasta con un contenitore sotto per raccogliere l’acqua. Coprite con un piatto. Eventualmente, ponete sopra al piatto un peso. Lasciate spurgare le melanzane per almeno mezz’ora. Sciacquate le melanzane dopo che sono state spurgate. Asciugate i dadini con della carta cucina. Preparate i peperoni, puliteli, asciugateli e tagliateli a dadini anch’essi di 1 cm. Versate abbondante olio extra vergine d’oliva in una padella dai bordi alti. Friggete le melanzane e poi i peperoni. Scolate le verdure e asciugatele per togliere l’olio in eccesso. Pulite i pomodori freschi e tagliateli a pezzetti. Tagliate a dadini il gambo di sedano e sbollentatelo in acqua a cui avrete aggiunto un cucchiaio d’aceto. Tagliate la cipolla a rondelle. In una   pentola capiente scaldate un po’ di olio extra vergine d’oliva e fatevi rosolare la cipolla. Unite i pezzetti di carota.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mescolate e fate cuocere qualche minuto prima di procedere. Aggiungete i pomodori. Mescolate e lasciate cuocere a fiamma media. Versate e lasciate sfumare mezzo bicchiere di aceto. Aggiungete lo zucchero e mescolate. Unite anche il sedano scolato e lasciate cuocere per alcuni minuti. Unite le melanzane ed i peperoni. Mescolate e proseguite la cottura. Tagliate le olive a pezzetti e aggiungetele insieme ai capperi. Infine, tostate le mandorle o i pinoli ed uniteli interi alle verdure insieme all’uva passa. Assaggiate e se lo ritenete necessario, salate. Mescolate delicatamente poiché le verdure non si devono sfaldare, e fate riposare. Una volta fredda, aggiungete delle foglie di basilico e servite in tavola.


Consigli

caponata-bigmountain-montagna-vino

Per la nostra caponata, la flegrea Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli ci consiglia un Occhio di Terra -Malvasia Secca di Caravaglio. Un vino ottenuto al 100% con Malvasia di Lipari. Questo vino ha origine da una particolare selezione di uve Malvasia di Lipari coltivate nel totale rispetto della natura nell’isola di Salina. Il vino nasce da una fermentazione sui soli lieviti autoctoni. Macerazione sulle bucce in acciaio per 10 giorni. Un vino dalla buona acidità e dal colore giallo con riflessi dorati con una intensa luminosità. Si apprezzano profumi di frutta fresca a polpa gialla, sentori di fiori della macchia mediterranea. Temperatura di servizio consigliata 6-8° C.

LASCIA UN COMMENTO