La buona Pasqua di Ettore

Che la Pasqua sia buona ce lo auguriamo, con Ettore poi sarà speciale.

Ormai chi mi segue sa che Ettore è diventato la mascotte di Big Mountain. È nato ad agosto dello scorso anno e cresce ottimamente a casa di amici carissimi. Un concentrato di vitalità, che spazia il suo scibile dal giardinaggio alla falegnameria, oltre ad allenarsi ogni giorno per correre le imminenti olimpiadi canine. La sua specialità è la corsa ostacoli perché nonostante madre natura non lo ha dotato di arti lunghissimi (sarà un virus della casa per qualcuno), riesce a spiccare salti e a evitare ostacoli con un abilità pari ai migliori funamboli.

la-buona-pasqua-di-ettore-bigmountain-montagna (2)

A Natale lo avete ammirato (lui) in braccio al sottoscritto, ma adesso per non rovinarvi la digestione delle prelibatezze pasquali ho preferito ricordarvelo nell’esercizio delle sue funzioni bucoliche. Lui cresce bene, e siccome anche Big Mountain cresce, mi piacerebbe che i progressi fossero paralleli. Big Mountain prova ad imitarlo settimana per settimana, cercando di portare all’attenzione dei quasi 5000 followers argomenti interessanti e nella veste migliore. È dura, ma grazie alla testardaggine mia e di chi mi collabora, non ho nulla di cui lamentarmi. Sembra che la crescita dei due soggetti viaggi di pari passo anche a discapito di chi dirà: quindi è roba da cani? Se alcuni uomini avessero “l’umanità” di tanti cani, il mondo sarebbe sicuramente migliore. Fidatevi. Comunque spero che, come spesso accade, le feste come la Pasqua possano essere un momento di reset. Ritrovarsi con familiari o amici a condividere momenti di leggerezza è un buon motivo per allontanarci da una quotidianità che spesso diventa logorante. Non per colpa di tutti, ma di quei pochi quanto basta, viviamo un mondo difficile, ma nonostante ciò abbiamo il diritto e il dovere, per noi e per chi ci segue, di amare e apprezzare questa vita che è la cosa più bella che potevamo avere in dono.

la-buona-pasqua-di-ettore-bigmountain-montagna (3)Spero quindi, per tutti quelli che mi seguono ma anche per chi non lo fa, che questa sia una bella parentesi di tranquillità cosi da ricominciare la prossima settimana (le vacanze pasquali: se va bene 4 gg) con tutta la grinta e la carica necessarie ad affrontare le sfide quotidiane. Allora: da parte mia, di Sabina, di Marta ma soprattutto di Ettore, una felice e serena Pasqua a voi che ci seguite e alle vostre famiglie, e a presto arrivederci.