CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Il Kaiserschmarrn, anche detto “frittata dell’imperatore” è un dolce che nasce nell’impero Austro-ungarico, ma ha delle varianti sia tirolesi che altoatesine.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Parlando del Trentino Alto Adige in particolare, non potevamo non pensare ad una ricetta così semplice, allo stesso tempo gustosa e dalla storia così discussa e imprecisa. Effettivamente intorno a questo dolce gravitano numerose leggende: una narra di un errore del cuoco del kaiser Franz-Josef I, che non avendo tempo di preparare nuovamente una crêpes sbagliata per l’imperatore cercò di celare l’errore spolverandola di zucchero e spezzettandola; altrimenti si parla di una variazione nobile di un dolce contadino che il cuoco migliorò per servirlo all’imperatore e ai suoi ospiti durante una battuta di caccia; infine che fu inventato per la principessa Sissi, moglie di Franz-Josef, ma piacque così tanto al marito che fu dedicato a lui. Qualunque sia la verità saremmo disposti ad accettare per vera qualsiasi storia pur di assaggiare questa deliziosa ricetta…

Difficoltà :media Tempo di preparazione :40′   Tempo di cottura :15′


Ingredienti per 6 persone

  • Farina 00 150 gingr kaiser
  • Latte intero 2,5 dl
  • Uova 4
  • Uvetta 50 g
  • Zucchero semolato 60 g
  • Confettura di mirtilli 200 g
  • Burro 50 g
  • Zucchero a velo per cospargere q.b.
  • Sale un pizzico

Preparazione

Mettere a bagno l’uvetta in acqua tiepida per circa 30 minuti per reidratarla. Montare i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere una crema più chiara e densa. Aggiungere la farina setacciata e il latte versandolo poco per volta lentamente, mescolando accuratamente. Montare a neve i bianchi in un’altra ciotola insieme al pizzico di sale e incorporarli al composto con la farina. ingr kaiser2Mescolare delicatamente con una spatola per evitare di smontare la crema aggiungendo l’uvetta scolata e asciutta. Utilizzare una padella antiaderente per cuocere l’impasto. Sciogliere il burro nella padella, rovesciarvi il composto e, come per una frittata, cuocere da entrambi i lati una crêpes alta circa 1 cm. Una volta cotta spezzettare con una forchetta. Rovesciare su un piatto dedicato, spolverare con zucchero a velo e servire ben caldo accompagnato dalla confettura di mirtilli o da qualunque altra a proprio piacimento. Per mantenere il dolce caldo più a lungo vi consigliamo di scaldare il piatto.


Consiglikaiser vino

L’impeccabile Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli consiglia di accompagnare a questa leccornia un Merlino Rosso Fortificato 1399 di Pojer & Sandri. Un rosso di nuova generazione che nasce da uve Lagrein con l’aggiunta di brandy ottenuto da due uve locali: la schiava e il lagarino. E’ il primo nel suo genere in Italia. Colore viola intensissimo e grande profumo varietale di piccoli frutti come ciliegia marasca, mora e ribes che si integra a note speziate di vaniglia, caffè e cacao. Sapore caldo, dolce ben strutturato e di grande armonia

CONDIVIDI
Articolo precedenteIL CUORE DOLCE DEL TRENTINO ALTO ADIGE, LE SUE CONFETTURE
Articolo successivoCHE VUOI DI PIU’? ……..UN PIATTO LUCANO
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO