CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Perché è una buona idea scegliere i Kinderhotels in viaggio per noi e i nostri bambini?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Viaggiare per le vacanze con i nostri figli non è sempre semplice. Bisogna pensare ad una meta che vada bene per le loro esigenze, e che lasci nei loro occhi e nel loro cuore un bel ricordo. Un posto che li diverta e li arricchisca e che permetta loro di vivere momenti ludici e spensierati a contatto con la natura. I bambini devono divertirsi, essere liberi di esprimersi e giocare in sicurezza senza tutti i limiti e i vincoli della vita quotidiana. Ma anche i genitori hanno bisogno di rilassarsi e recuperare energie. Per conciliare le esigenze di ognuno, sono nati i Kinderhotels, un’associazione di Hotel e strutture recettive nate per andare incontro a tutte le esigenze delle famiglie con bambini piccoli ma anche adolescenti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Disseminati un po’ in tutta Europa, sono alberghi da 4 stelle in su che offrono alle famiglie tutto quello di cui hanno bisogno le coppie con bambini sia per le esigenze dei neonati, sia per quelle dei piccoli adolescenti sempre in cerca di nuove ed eccitanti attività. La nostra attenzione è caduta sulle strutture montane, ma ne esistono per tutti i gusti e per tutte le esigenze. Per questo motivo, abbiamo selezionato alcune località dove potrete trascorre le vacanze con i vostri figli. Dai resort raffinati in cui sarete coccolati in tutte le vostre esigenze alle fattorie con cavalli, mucche, capre e galline. Per gli adolescenti l’offerta è ampia e variegata e va dalle passeggiate in mountain bike alle discese in rafting o, per chi ama gli animali il sempre attuale equiturismo. In Trentino, sono molte le località turistiche attrezzate per l’accoglienza dei più piccini. Troveremo infatti percorsi per passeggiate praticabili anche in passeggino o fattorie didattiche dove incontrare e toccare con mano la natura. In Val di Non si possono prenotare alberghi che offrono servizi, spazi gioco attrezzati come dei canyon sicuri da scoprire con caschetto e mantellina, o gite in fattoria con passeggiate in pony e visite tematiche “Al meleto”. In Val Cimbra nei centri di Folgaria e Lavarone, troverete offerte su misura di famiglia con visite al Museo del miele e alle fattorie didattiche dove i bimbi potranno dare il latte ai vitellini o accarezzare dei batuffolosi coniglietti, senza dimenticare il Festival del Gioco che si svolge dal 24 al 29 luglio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Qui potrete scoprire le tradizioni e le leggende della valle, l’amore per la natura e il rispetto di essa. I vostri piccoli potranno incontrare anche la streghetta Perti, il folletto FliFlick e lo stregone Bertold. Essi saranno il filo conduttore per tutte le attività del Festival come la preparazione della pozione di Bertold o la lanterna del bosco. Quest’anno il tema del Festival sarà incentrato sulla sana alimentazione per inculcare nei bambini le regole base per una dieta corretta e per far conoscere i prodotti del territorio anche attraverso laboratori didattici. La Val di Fiemme con le sue dolci valli, è molto adatta ai bambini. Con gli impianti di risalita potrete raggiungere il Kindergarten, un parco giochi in quota dove troverete ad aspettarvi percorsi fiabeschi e affascinanti avventure con gli animali. Ma la più magica di tutte è la Montagna animata del Letamar con draghi, clown e pastori buffi e distratti. Potrete provare anche le discese in gommone lungo il torrente Avisio e un giro sulla slittovia a due posti. Infine, ma non per ultima potrete ammirare la misteriosa foresta di Paneveggio con tanti animali allo stato brado. Comano terme è il posto giusto per chi ha bisogno di rigenerarsi dallo stress a cui sottoponiamo noi e i nostri figli durante l’anno. Ritmi lenti a stretto contatto con la natura e le salutari acque termali del posto, ristoreranno e ritempreranno i vostri corpi e di conseguenza anche il vostro spirito. Come attività ricreative sono previste delle cacce al tesoro, visite al Castello di Stenico con fantasmi, principi e principesse, e perché no anche un pizzico di cultura con la visita al Museo delle palafitte di Fiavé.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Anche l’Abruzzo, regione verde d’Europa, offre tante attrattive per i più piccoli con escursioni nei tanti Centri Visite collocati in prossimità delle principali porte di accesso alle aree protette. Qui i vostri piccoli potranno provare l’emozione di ammirare diversi animali selvatici nel loro ambiente naturale. A Villavallelonga in provincia dell’Aquila si posso ammirare gli imponenti orsi marsicani abbastanza numerosi in zona, oppure i più pacifici camosci dirigendoci verso Civitella Alfedena dove si trova la riserva integrale della Camosciara, ricchissima di fauna. Qui, protetti da appositi recinti potrete ammirare anche lupi e linci. L’Abruzzo è disseminato di centri equituristici. Potrete assaporare l’emozione di escursioni a cavallo nel Parco Equituristico Majella Morrone. Per i più avventurosi esistono anche diversi parchi avventura come quello di Piana delle Mele a Guardiagrele (CH), il più grande d’Europa, o a Roccaraso nel comprensorio dell’Alto Sangro. Non resta che preparare le valigie con abiti comodi e pratici, cappellino, crema solare e tanto tanto entusiasmo. Buona vacanza a tutti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMargarita, tutto il sapore del Messico
Articolo successivoGhiaccioli di frutta croccanti: fresco con sapore
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO