CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Buongiorno a tutti, sono Maurizio e sono felice di guidarvi in un cammino virtuale che ci porti a conoscere le gioie e i piaceri della neve sia in montagna che in ghiacciaio.

Direte che siamo a giugno, quindi tutti gli attrezzi necessari riposano? Si ma non la nostra fantasia. Chi ama la montagna e i suoi paesaggi incantati sa bene che l’immaginazione lavora tutto l’anno, e seppur viviamo a contatto con il mare, molti di noi non aspettano altro che l’arrivo della neve.

sleedogIl perché è semplice: tutto ciò che si fa all’aperto ci da senso di infinito e libero, ma gli odori gli spazi e la full immertion nella natura che assaporiamo quando scendiamo dalla sedia di una seggiovia o indossiamo le ciaspole o affrontiamo un anello di fondo non hanno prezzo. Proprio questo vorrei esplorare con voi nei prossimi tempi. Quelli che sono gli svariati modi di conoscere al meglio questo fantastico elemento che è la neve e quelle che sono le sensazioni di gioia libertà e piacere e anche di responsabilità nel praticarla.

I modi sono svariati, dallo sci addirittura alle slitte (cani cavalli renne ecce cc) passando per kyte e sci di fondo o addirittura alle molteplici attività cognitive e di ricerca che attraverso la conoscenza dei ghiacciai ci da modo di sapere da dove veniamo e dove andiamo. Parleremo anche delle tante attività che sulla neve si svolgono per il salvataggio della fauna di montagna o di salvaguardia della stessa flora anche nel periodo invernale.

E tutto questo è possibile grazie a innumerevoli persone e organizzazioni istituzionali e no profit che mettono a disposizione della comunità le loro conoscenze e i loro mezzi perché tutti noi possiamo al meglio e in sicurezza godere di quello che di più sano ci offre madre natura.

Sarà un cammino lungo e spero piacevole che ci avvicinerà alla stagione invernale prima della quale vorrei guidarvi nella conoscenza dei più bei luoghi conosciuti e non, passando per la conoscenza di alcuni ghiacciaia che anche se ultimamente si ritirano, consentono a noi amanti, ma anche alle nazionali agonistiche, di poter iniziare gli allenamenti per la prossima stagione già in luglio, per così apprezzare al meglio un elemento a molti di noi caro.

Proverò anche ad avvicinare alcuni personaggi del mondo della neve sia come operatori del settore funiviario che del settore agonistico in modo da carpire loro piccoli segreti che meglio ci faranno avvicinare alla candida regina dei nostri inverni. Occhio quindi che sicuramente a breve parleremo di qualcosa di curioso ma che non vi anticipo: altrimenti che gusto c’è? A prestissimo

CONDIVIDI
Articolo precedenteCOME NASCE LA NEVE
Articolo successivoLA TENDA DI GHIACCIO
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO