CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Il Fiarone molisano è ottimo per un goloso picnic fuori porta o per una pranzo in giardino.

Facile da preparare, saporito e gustoso, è un’ottima soluzione pratica e sfiziosa per fare ingolosire i propri ospiti senza rinunciare alla spensieratezza del momento. Lo potrete preparare in anticipo ed è ottimo anche freddo. Per una cena veloce o un aperitivo tra amici, metterà tutti d’accordo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Difficoltà :Facile Tempo di preparazione :40′   Tempo di cottura :60′


Ingredienti per stampo da 24 cm di diametro

Per la pasta

  • Farina 00 250 g
  • Strutto 60 g
  • Uova 2
  • Vino bianco secco 30 ml
  • Sale q. b.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 Per il ripieno
  • Uova 5
  • Salsiccia secca 120 g
  • Parmigiano grattugiato 40 g
  • Pecorino fresco 150 g
  • Sale q. b.

Preparazione

Sulla spianatoia versate la farina e formate una fontana. Battete le uova con un pizzico di sale, amalgamatele allo strutto ed ammassate l’impasto aggiungendo il vino fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo e morbido. All’occorrenza aggiungete altro vino. Avvolgetelo in un tovagliolo e fatelo riposare 30′. Con il matterello stendete la pasta sulla spianatoia e, quando avrete ottenuto una sfoglia sottile e liscia da 3 mm circa di spessore, disponetela in una teglia rivestita da un foglio di carta da forno, facendola aderire bene ai bordi. Farcitela con della salsiccia sbriciolata e pecorino fresco tagliato a tocchetti. Infine adagiate delle uova sode a fettine preparate in precedenza e fatte raffreddare. Continuate ad alternare gli strati fino ad esaurire gli ingredienti, quindi versate su tutto le uova sbattute con il formaggio grattugiato e coprite il fiarone con listarelle di pasta, disposte a losanga. Ripiegate i bordi con la punta delle dita, spennellate la superficie con un tuorlo d’uovo sbattuto, infornatelo a 180°C in forno caldo e fatelo cuocere per circa un’ora. Quando avrà la superficie dorata sfornatelo. Potete servire il fiarone sia caldo che freddo.


Consigli

fia vino

Ascoltando la salomonica Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli possiamo gustare il Fiarone con un Botrys dell’azienda Mastrojanni di Montalcino in provincia di Siena. Si presenta con un colore giallo ambra brillante. Al naso esprime aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di fico secco, uva passa e confettura di albicocche. Queste sono seguite da aromi di confetture di mele cotogne, miele, prugna secca, mandorla, vaniglia e lavanda. Al palato risulta dolce e di piacevole morbidezza e ben equilibrato. Matura per 18 mesi in barrique e ha una temperatura di servizio consigliata di 15° C.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Caciocavallo molisano
Articolo successivoIl treno rosso del Bernina ci porta in un mondo fantastico.
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO