CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Uno dei posti d’elezione per la cucina di montagna è la Valtellina con i suoi pizzoccheri.

Nati nel comune di Teglio in provincia di Sondrio, sono l’esempio lampante di come un piatto contadino molto umile possa diventare una ricetta famosa in tutto il mondo, uno dei tanti esempi della varietà del patrimonio culinario italiano.

Il termine pizzocchero ha varie etimologie, si pensa derivi da “piz” cioè pezzetto, oppure dal termine “pinzare” che significa schiacciare, ma la tesi più accreditata è quella che fa coincidere il termine pizzoccheri con le persone bacchettone, come vengono definiti da queste parti in maniera scherzosa. La farina di grano saraceno non contiene glutine, pertanto si possono fare ricette anche gluten free sostituendo la parte di farina di frumento con la farina di riso.

A Teglio ogni anno vengono organizzati due eventi in onore di questo straordinario prodotto: a settembre il Festival del pizzocchero d’oro e a luglio la sagra dei pizzoccheri.

Difficoltà :media  Tempo di preparazione :30 min  Tempo di cottura :15 min


Ingredienti per 4 persone

Per i pizzoccheripizzoccheri-2

  • Acqua 250ml
  • Farina 00 100g
  • Farina di grano saraceno 400g
  • Sale q.b.

Per il condimento

  • Burro 100gr
  • Grana padano 150 g
  • Patate 350 g
  • Valtellina Casera dop 250 g
  • Verza 250 gpizzoccheri-3
  • Aglio 1 spicchio
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

In una ciotola mescolare le farine aggiungere lentamente l’acqua e impastare fino ad ottenere un panetto compatto. Lasciare riposare il composto ottenuto avvolto da una pellicola trasparente in frigo per 40 minuti.

Su una spianatoia stendere con un matterello la sfoglia dello spessore di 2-3 mm.

Tagliare delle fasce di circa 8 cm, una volta ottenute queste fasce, sovrapponetele    una all’altra, avendo cura di spolverare i vari strati con della farina in modo che non si attacchino tra loro, tagliatele nel senso della lunghezza fino ad ottenere delle striscioline larghe circa 5 mm. Lasciare riposare su un piano infarinato.

Per il condimento cuocere le verdure in acqua salata, le verze a piccoli pezzi e le patate a cubetti. A questo punto unire i pizzoccheri e lasciare cuocere per 10 minuti, scolare con una schiumarola e disporre una parte in una teglia calda, cospargere con il grana grattugiato e il Valtellina Casera dop a scaglie, proseguire alternando i pizzoccheri, le verdure e i formaggi. Sciogliere il burro con l’aglio lasciandolo colorire bene, infine versatelo sui pizzoccheri. Serviteli caldi con una spolverata di pepe nero senza mescolare.


Consigli

Per questa pietanza Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli consiglia un ottimo Sfursat barricato di Nino Negri da uve Nebbiolo raccolto a mano in Valtellina. Buon appetito a tutti

CONDIVIDI
Articolo precedenteBOLZANO E NON SOLO DOVE LA MAGIA DEL NATALE DIVENTA REALTA’ PER GRANDI E PICCOLI
Articolo successivoMERCATINI DI NATALE SPARSI PER IL PIEMONTE E VAL D’AOSTA NELLA MAGIA DELL’AVVENTO
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO