CONDIVIDI
image_pdfimage_print

I fichi amatissimi frutti di fine stagione, fanno la loro comparsa a fine estate, noi li proponiamo in una gustosa e fresca cheesecake.

I fichi, dolci e morbidi, abbinati alla leggera acidità dello yogurt greco, del formaggio spalmabile e alla dolcezza del miele. Un dolce da scoprire, strato dopo strato, e da gustare lentamente, per fissare nella mente il ricordo dei sapori e dei profumi di questi ultimi giorni di vacanze. Un’unica raccomandazione, i fichi devono essere freschissimi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Difficoltà : Media  Tempo di preparazione : 25′   Tempo di cottura : 5′


Ingredienti per stampo da 24 cm

per la base

  • Biscotti digestive 270 g
  • Fichi freschi 200 g

 per la crema

  • Yogurt greco 500 g
  • Panna liquida 300 g
  • Formaggio fresco spalmabile 750 g
  • Zucchero a velo 60 g
  • Miele millefiori 100 g
  • Gelatina in fogli 15 g
  • Fichi freschi 200 g

 per decorare

  • Fichi freschi 200 g
  • Miele millefiori 2 cucchiai
  • Menta q. b.

Preparazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

 Come prima cosa sbucciate i fichi, poi versate i biscotti in un mixer e azionate le lame fino a ridurli in polvere. Aggiungete poi i fichi appena sbucciati tagliati grossolanamente e azionate nuovamente le lame per amalgamare il tutto. Trasferite il composto in uno stampo da 24 cm precedentemente foderato con la carta forno e iniziate a pressarlo con il dorso di un cucchiaio fino a ricoprire l’intera superficie, facendo in modo da avere lo stesso spessore in tutti i punti. Riponete in frigorifero a rassodare la base per circa 30 minuti. Nel frattempo occupatevi della crema. Per prima cosa mettete i fogli di gelatina in ammollo in acqua fredda per circa 10 minuti e scaldate circa 50 g della dose di panna in un pentolino. Quando la panna avrà sfiorato il bollore, spegnete il fuoco; strizzate accuratamente la gelatina con le mani e aggiungetela nel pentolino. Mescolate rapidamente con una frusta fino a farla sciogliere completamente e lasciate intiepidire. In una ciotola capiente versate il formaggio cremoso e lo yogurt greco e amalgamateli con una spatola. Aggiungete poi il miele e mescolate nuovamente. Quando la panna, dove avrete sciolto la gelatina, sarà tiepida incorporatela al composto, mescolando sempre con una spatola. Montate la restante panna insieme allo zucchero a velo aggiunto man a mano fino ad ottenere una consistenza ferma e spumosa. Aggiungete la panna montata al composto poco per volta, sempre mescolando con la spatola facendo un movimento rotatorio dal basso verso l’alto fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Senza sbucciarli tagliate i fichi per il ripieno a fette spesse 2-3 mm e tenetele da parte per un momento. Riprendete dal frigorifero la base della cheesecake e versate al suo interno metà della crema. Livellate la superficie con una spatola, adagiate le fettine di fichi su tutta la superficie e ricoprite con la crema rimasta. Livellate nuovamente con una spatola e lasciate rassodare in frigorifero per 4-6 ore. Trascorso questo tempo sformate la cheesecake dallo stampo, eliminate la carta forno e posizionatela su un piatto da portata. Affettate i fichi per la decorazione e disponeteli in cerchio seguendo prima la circonferenza esterna e poi ricreandone una interna. Decorate con il miele, le foglioline di menta e servite.


Consigli

ch vino

La sempre presente Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli ci consiglia per questa leccornia un Moscato d’Asti docg dell’azienda Pelissero. Prodotto con uve moscato al 100% provenienti da tre piccoli appezzamenti della zona delle Langhe astigiane. Nasce così un vino aromatico per eccellenza. Al bicchiere presenta un bel colore giallo verde dai caratteristici riflessi dorati e una persistente cornice di bollicine. Gli aromi sono quelli tipici dei fiori bianchi di acacia, di frutto della passione, miele e le note minerali del sottobosco come salvia timo e menta. Al palato risulta sapido, gradevole e con una giusta nota acida che contrasta il notevole residuo zuccherino risultato di una completa maturazione delle uve. La temperatura di servizio consigliata e di 8°-10° C.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’uomo degli arrosticini
Articolo successivoL’abruzzese forte e gentile, ma non troppo
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO