CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Big Mountain ha avuto il piacere di essere partner della riuscitissima e dorata manifestazione Arte e Moda alla Galleria Borbonica di Napoli.

Qualcuno avrà letto due settimane fa il mio articolo “L’oro di Napoli rivive alla Galleria Borbonica magie mai sopite” e posso assicurare a chi mi segue che la realtà è andata ben oltre le più rosee aspettative. Sotto l’attenta organizzazione di Ludovico Lieto e di Visivo Comunicazione, ho assistito a una kermesse di moda e arte che ha incantato i tantissimi visitatori. La suggestiva cornice della Galleria Borbonica, grazie all’Associazione Borbonica Sotterranea di Gianluca Minin, dona a questa manifestazione, ormai alla nona edizione, ogni anno un pizzico di magia in più.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le mostre d’arte curate da Valeria Viscione sono state ottimamente affiancate dagli eventi moda. Il brand Orma ha riscosso enorme successo grazie ai tableaux vivants delle modelle, mentre la moda maschile si è espressa al meglio grazie al nuovo store Etienne che ha presentato la collezione primavera estate. Per le borse indossate dalle modelle e dagli arredi della Galleria, è stato il trionfo del marchio made in Italy REBB. Questa parte dedicata alla moda e a questi tre brand, ha visto tantissimi shooting live curati dai fotografi del CSF. In un antro della Galleria chiamato la Cattedrale, si sono ripetuti numerosi appalusi per gli Ondanueve String Quartet grazie alle loro rivisitazioni in chiave jazz di famosi brani musicali.

Addentrandosi nel percorso sotterraneo, non poteva passare inosservata la performance dell’artista Pietro Mingione che si è ispirato all’arte della pizza di Ciro Oliva, conosciutissimo patron di Concettina ai tre Santi. In mostra lungo tutto il percorso si sono potuti ammirare gli artisti: Nunzio Meo, Domenico Sepe, Gaetano Di Maiolo, Salvio Parisi, Francesco Scardaccione e Roberto Pierucci, Sara Tonello, Mariella Ridda, Mario Cicalese, Corrado Pastore, Aurora Cimmino, Violante Varriale, Gianpiero D’Alessandro, Antonio De Rosa, Annamaria Volpe, Mena Pezzullo, Peppe Avolio, Oxalab, Rosario Manco e Mario Sepe. La Mart Company ha regalato esibizioni dei suoi ballerini sotto la direzione di Marco Auggiero. Inoltre si incontarva il mascheraio Luca Arcamone, la bodypainter Weronique Art, la compagnia di danza Malaorcula & HDemia Artystry curata da Valerio Guidorizzi e Marcella Martusciello, la make up artist Tiziana Costanzi e il corpo di ballo “Imperfect Movement”, coreografato da Valeria Papale. Dulcis in fundo, l’artista Alfonso Trillicoso ha realizzato numerose vignette per il pubblico ispirate al mondo “Ham”, dell’hamburger gourmet.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I partner della manifestazione sono stati Orma, Etienne, REBB, Concettina ai Tre Santi, Big Mountain, Ham, Team Leo, Alba Catering, CSF Centro Servizi e Formazione e Sorrentino Vini. Concluso il giro, posso assicurare che veniva la voglia di ricominciare, anche perché l’organizzazione non ha mostrato alcuna sbavatura. Come sempre Valeria e Ludovico hanno impiegato tutta la loro competenza e professionalità nell’organizzazione dell’evento e il mio auspicio è che Big Mountain possa continuare a essere partner di manifestazioni come queste di sicuro successo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteConiglio in potacchio delle colline marchigiane
Articolo successivoRisotto mele, fontina e noci
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO