CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Se voglio parlare di mercatini di Natale suggestivi e della loro origine non posso trascurare l’Austria.

Si valicano i confini, ma il viaggio è piacevole e le strade ottimamente curate. Passato il Brennero la prima tappa è Innsbruck, dove lo stile architettonico e la posizione di questa perla del Tirolo meritano una sosta.Qui ci sono diversi mercatini.

Il primo è nel centro storico sotto il famoso Tettuccio d’oro. Questo “monmercatino-di-innsbrukumento” è una tettoia di lastre di rame dorate a protezione del balcone del vecchio palazzo dei conti del Tirolo.  Nella sottostante piazza l’atmosfera natalizia è forte, con le casette in legno che offrono ampia scelta tra artigianato e gastronomia, ed essendo pieno centro risulta un punto di incontro tra abitanti, ospiti e studenti della cittadina universitaria.

In Markplatz (piazza del mercato) invece troviamo il mercatino indicato per le famiglie, dove i bambini tra giostra e “zoo delle carezze” si divertono, e i grandi incontrano bancarelle con vasta scelta di prodotti.

Sul corso centrale, via Maria Theresa, c’è un terzo mercato che ogni anno cresce ed è caratterizzato da luci scintillanti e mille colori. Ma la vera chicca è il mercato panoramico dal castello Hungerburg, dove da centro città si arriva con il trenino “Nordkettenbahn”. Da quassù si gode di una vista mozzafiato su Innsbruck e sui monti circostanti, e le casette propongono delizie di tutti i tipi oltre alle caratteristiche idee regalo. http://bit.ly/2g6cUg7

mercatino-di-salisburgo-2

In due ore di auto si arriva a Salisburgo con una comoda autostrada. Qui il mercatino di Natale è culto, tanto che l’intera città si trasforma tra addobbi e luminarie per aspettare il Natale, con un mercato in ogni piazza, e tantissime iniziative anche musicali. Infatti siamo nella città natale di Mozart. L’odore di vin brulè aleggia attorno agli stand pieni di doni preziosi e gustosissime specialità gastronomiche.

I bambini si divertono facendo mele uomo, stelle di paglia, fiori di ghiaccio, angeli e tanti altri oggetti. Nel cortile della Residenza c’è il presepe, oltre alla stalla di Betlemme con animali veri, mentre i più romantici possono fare una passeggiata in carrozza caratteristica, ai piedi del monte Untersberg. Insomma da non perdere almeno una volta http://bit.ly/2gqigTI

CONDIVIDI
Articolo precedenteMERCATINI DI NATALE SPARSI PER IL PIEMONTE E VAL D’AOSTA NELLA MAGIA DELL’AVVENTO
Articolo successivoNATALE A VIENNA E GRAZ NEL CUORE DELLA STIRIA
Maurizio Bartoli napoletano del 1957, frequenta le montagne abruzzesi dalla nascita. Risiede a Rivisondoli in provincia di L’Aquila, e grazie alla passione ereditata dai genitori ha mosso i primi passi sugli sci a 5 anni, potendo quindi praticare questo sport in diverse località Alpine dalla Val d’Aosta a Livigno con una particolare attenzione per l’Alto Adige, avendo sciato per molti anni tra la Val Badia e altre stazioni Alto Atesine. Grazie a 30 anni di attività di agente di commercio per primarie aziende del settore sportivo, ha acquisito una profonda conoscenza delle attrezzature. Altra cosa è la passione per il territorio abruzzese che sente di adozione, e che frequenta in tutte le stagioni, apprezzandone le peculiarità sotto tutti gli aspetti: sportivi, paesaggistici, culinari e sociali. Grazie alla collaborazione con Tribù Ecosport come redattore della rubrica Piramide Bianca, si è avvicinato all’informazione prettamente dedicata alla neve, e proprio per questa bellissima e gratificante esperienza ha deciso di affrontare il tema della montagna a 360° con Big Mountain.

LASCIA UN COMMENTO