CONDIVIDI
image_pdfimage_print

Semplici e genuini, gli Apfelkiechl sono delle frittelle altoatesine a base di mela tipici di Carnevale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questa ricetta di origine contadina e dalla storia molto lunga viene fatta tradizionalmente risalire almeno all’epoca medievale, quando nei monasteri già si coltivavano con particolare cura le ottime mele locali. In Trentino Alto Adige non è Carnevale senza le golose Frittelle di Mele. Preparare queste frittelle di mele è facilissimo perché sono necessari ingredienti semplici e genuini, quali farina, latte, uova, zucchero ma bisogna prestare attenzione all’ingrediente principale della ricetta, la mela. La varietà più adatta è la mela renetta, il cui sapore acidulo la rende la mela per eccellenza dei classici della cucina altoatesina perché evita che il piatto risulti troppo dolce. Se preferite potete però utilizzare anche mele di varietà Golden, le famose e apprezzatissime mele gialle dal sapore dolce e dalla polpa croccante, basterà diminuire lo zucchero della guarnizione per riequilibrare i sapori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Difficoltà :Facile Tempo di preparazione : 15′  Tempo di cottura : 20′


Ingredienti per 4 persone

  • Mele Golden o renette 2
  • Farina 130 g
  • Uova 2
  • Succo di 1 limone
  • Sale 1 pizzico
  • Zucchero semolato 80 g
  • Latte 200 ml
  • Lievito vanigliato 10 g
  • Olio di semi di arachidi q. b.
  • Zucchero a velo q. b.
  • Cannella q. b.

Preparazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sbucciate le mele, eliminate il torsolo con l’apposito attrezzo e tagliatele nel senso della larghezza a fette di circa un centimetro. Ponete le fette di mele in una ciotola, cospargetele con il succo di limone e lasciatele a macerare per un’ora. Preparate la pastella: in una terrina, mescolate la farina setacciata insieme al lievito con le uova, il latte, lo zucchero semolato e un pizzico di sale, fino ad ottenere una pastella densa ed omogenea. Lasciate riposare l’impasto per una mezz’ora. Friggete in abbondante olio ben caldo le fettine di mela precedentemente passate nella pastella fino a quando saranno dorate su entrambi i lati. A fine cottura adagiatele su qualche foglio di carta assorbente così da eliminare l’olio in eccesso. Servite le frittelle rigorosamente calde, dopo averle spolverizzate con zucchero a velo e cannella. Potete accompagnarle con una confettura di frutti rossi o con un gelato alla vaniglia.


Consigli

frittelle-di-mele-bigmountain-montagna-vino

Per queste deliziose frittelle di mele la poliedrica Lina Esposito di Vino e Cioccolato di Napoli ci consiglia un Moscato d’Autunno di Paolo Saracco. Imbottigliato in autunno, nasce da una selezione di mosti di uve moscato, che dopo la fermentazione a temperatura controllata sono subito imbottigliati, per preservare aromaticità e freschezza del frutto. Un Moscato Piemontese ricco di aromi e di sostanza, dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, con un perlage finissimo. Si apprezzano profumi di fiori d’arancio, pesca, erbe aromatiche e un gusto intenso, dolce, fruttato e persistente, bilanciato da una ricca freschezza. Il gusto è elegante, intenso, persistente, con sensazioni dolci ben equilibrate dalla piacevole freschezza e dagli aromi fruttati tipici del Moscato. Temperatura di servizio consigliata 6-8°C.

LASCIA UN COMMENTO